Storie Agosto 2022 – Niente acquisti di pancia

Si dice che non bisognerebbe mai andare a fare la spesa da affamati, ed è proprio vero: quando abbiamo fame, tendiamo ad acquistare alimenti senza badare troppo né al portafoglio, né tanto meno al fatto che questi alimenti ci servano realmente.

Quanto volte ti è capitato di fermarti dopo il lavoro, dopo la scuola o semplicemente sulla strada di ritorno verso casa per la necessità di prendere “quelle quattro cose” che proprio ti servono, per poi arrivare alla cassa e scoprire di aver acquistato molto più di quello che ti aspettavi?

A noi troppo spesso e certamente i molti stimoli commerciali che negozi e mercati metto in atto per stimolare l’acquisto, non ci aiutano ad essere più controllati.  E una volta arrivati a casa scopriamo che in dispensa ci sono 5 chili di zucchero e che il sesto certo poteva aspettare. Per non parlare degli yogurt che non ricordavamo neanche di avere in frigo… a questo si aggiungono le scadenze troppo ravvicinate che ci costringeranno a delle vere e proprio maratone di cibo o, per i più accorti, alla preparazione di alimenti da congelare per evitare lo spreco.

Come abbiamo detto nei mesi precedenti, l’80% dello spreco alimentare avviene proprio all’interno delle nostre case.  Spesso non ce ne rendiamo nemmeno conto ma tra il cibo che resta nel piatto e quello che, per vari motivi, abita nel nostro frigorifero per molto tempo, ogni anno in Italia più di 15 milioni di euro vengono buttati. E la cosa veramente triste è che nei paesi sviluppati, si spreca una quantità di cibo che potrebbe sfamare l’intera popolazione che ogni giorno soffre e addirittura muore per la fame (paradosso dell’alimentazione).

Anche quindi che il decalogo dell’alimentazione sostenibile ti offre un prezioso consiglio, semplice, anzi banale: la regola n. 1 FAI LA LISTA DELLA SPESA.

Perché fare “bene” la spesa può fare la differenza, per te, per il tuo portafoglio e soprattutto per il pianeta.

Iscriviti alla nostra newsletter Resta aggiornato